Main Content

Sentiero n. 985 Troj delle casere-Caloniche-Croda rossa

  • 18.10.2011

Partenza del sentiero: “WGS 1984”* 12°19’38,7”E, 46°04’19,9”N, 12.327417E, 46.072194N
Arrivo: 12°18’25.2”E, 46°02’33.2”N, 12.307000E, 46.042556N
Tempo di percorrenza: 8 ore

Image
Zoom
Sentiero 985 Troj delle casere-Caloniche-Croda rossa

Una parte del sentiero 985 coincide con il sentiero europeo E7. Si parte dalla località Caloniche di Sotto dove il sentiero inizia in leggera salita e dopo circa 900 m si interseca con il sentiero 1045. Qui si svolta a destra e si sale in direzione NW per circa 1,5 km con un dislivello di circa 500 m. Ci troviamo ora sotto il Crep della Pala, in prossimità dei pascoli alpini. A questo punto il sentiero cambia direzione e si dirige verso SW fino a raggiungere un pianoro detto Tombaril. Sulla destra si trovano le indicazioni per la sorgente del Tombaril. Procedendo in direzione S seguiamo i ruderi di alcuni vecchi casolari, secondo il percorso indicato dalle piccole rocce affioranti lungo il cammino. Dopo aver percorso un tratto piano, dove sono situati altri ruderi, percorriamo il sentiero che sale ulteriormente di 150 m raggiungendo il punto più alto. Si prosegue per circa un km in direzione S mantenendo la stessa quota finché si trova una fontana scavata nella roccia, in corrispondenza della quale il percorso interseca il sentiero 985A, che prosegue scendendo di quota. Continuando ancora in piano per 1,5 km e dopo aver oltrepassato i ruderi della casera Marin, che funge da ricovero, e della casera Piccin si rientra nel bosco. Il sentiero scende fino ad incrociare una strada forestale che coincide con il sentiero europeo e porta a Forcella Zoppei. Si attraversa la strada forestale e si scende lungo la cresta di Col di Collon, passando per un borgo di case. Il sentiero prosegue in direzione S per circa 550 m, e scende di 100 m in coincidenza con una strada forestale. Circa 30 m prima di arrivare al vallone Collon il sentiero piega a sinistra, come indicato da un mucchio di sassi lungo il percorso che segnalano il cambio di direzione. Da qui si prosegue parallelamente alla valle per circa 800 m e si scende di 300 m. In questo tratto di sentiero, dopo circa 400 m, si incontra una grotta naturale. Bisogna fare attenzione poiché il sentiero non è ben segnalato anche se il suo tracciato è comunque visibile. Giungiamo ora in località Collon; incontrata la prima casa, proseguiamo lungo il sentiero che svolta a destra e arriviamo ad una strada sterrata che percorriamo in discesa per circa 30 m. Il sentiero abbandona la strada e riparte sulla sinistra mantenendo ora la valle a sinistra. Riprendiamo poi per breve tratto una strada bianca che va verso S e che attraversa nuovamente la valle. Continuando in direzione S, per circa 250 m, si oltrepassano due case che stanno sulla sinistra e si arriva così ad una presa d’acqua. A questo punto il sentiero diventa una mulattiera e prosegue in direzione SW fino a raggiungere Borgo Crodarossa. Mantenendo le prime case del borgo sulla sinistra, il sentiero si diparte dalla mulattiera e continua in direzione SW fino a raggiungere una strada sterrata. Camminando in direzione E proseguiamo lungo la strada asfaltata per circa 600 m fino ad arrivare ad una curva a gomito. A questo punto, abbandonata la strada asfaltata proseguiamo per una strada bianca che inizia a sinistra della curva e che prosegue in quota per altri 250 m. Una volta giunti ad un bivio, svoltando a destra, continuiamo in discesa per circa 1,5 km fino ad arrivare alla strada statale 51 in località Pian degli Alpini.