Main Content

Un po' di storia

Vittorio Veneto nasce formalmente nel 1866, dalla fusione dei due centri distinti di Ceneda e Serravalle. Dapprima nominata Vittorio, in onore del nuovo Re d'Italia, nel 1923 le fu accostato il termine "Veneto".

  La Città

Image La Città
Zoom
Il municipio in centro città

Vittorio Veneto nasce formalmente nel 1866, dalla fusione dei due centri distinti di Ceneda e Serravalle; dapprima nominata Vittorio, in onore del nuovo Re d'Italia, nel 1923 le fu accostato il termine "Veneto".
Per raggiungere l'assetto attuale la città ha compiuto un grande sforzo di riorganizzazione urbana, conseguente all'unificazione amministrativa dei due comuni già caratterizzati, a loro volta, da una struttura policentrica. La nuova Vittorio Veneto è un esempio di organizzazione urbanistica ottocentesca con tutti i suoi principi regolatori: la perfetta linearità del viale alberato di collegamento(Viale della Concordia, ora Viale della Vittoria), la simmetria della nuova piazza con il Municipio, in asse con i giardini pubblici, l'uso della tipologia residenziale della villa con parco di stile Liberty.
Tuttavia questo massiccio intervento di sutura non ha cancellato l'individualità dei due centri antichi che, nonostante la perdita di alcune funzioni e di molti abitanti, hanno continuato ad essere, in qualche modo, i punti di riferimento anche della nuova città.

 

 

  Ceneda e Serravalle: il castello e la Città murata

Image Ceneda e Serravalle: il castello e la Città murata
Zoom
Una panoramica della città con in alto la caratteristica stretta a "V"

Per interpretare correttamente le due strutture urbane originarie si deve partire dall’analisi della conformazione del territorio e quindi, di conseguenza, l’opera dell’uomo su questo ambiente.
La conformazione orografica di Serravalle deriva da spostamenti tettonici che hanno generato la spaccatura tra il Monte Pizzoc e il Col Visentin, dando origine alla stretta di Serravalle. In quella crepa, durante le alterne vicende glaciali e diluviali del Quaternario, si insinuò il lungo ghiacciaio del Piave. Scavo e riempimento caratterizzarono la valle, che da Ponte nelle Alpi arriva alla pianura cenedese, dando luogo ad una delle più profonde penetrazioni transalpine, quella cha va da Vittorio Veneto alla sella di Dobbiaco.
Diversi sono i punti singolari lungo tale tracciato, ma certamente al suo inizio spiccano per la loro importanza figurativa il circo glaciale cenedese e l’angusta stretta di Serravalle.
L’anfiteatro morenico del ghiacciaio, che si estende con un raggio di circa 10 km, ha due fuochi allineati: il più prossimo alla morena è rappresentato dal colle di S. Martino, ove sorge il Castello Vescovile di Ceneda, mentre l’altro è costituito dall’apice a “V” della stretta serravallese, intagliata nella quinta montuosa, che conclude la composizione spaziale.
Queste due realtà urbane, se pur divise, in realtà sono sempre state indissolubilmente legate ad una sorta di reciprocità ed integrazione, che le rende luoghi complementari indissociabili. Se Ceneda è un insieme sistematico, Serravalle è tendenzialmente un sito puntuale. Ceneda può essere raffigurata come una concatenazione di borgate e castelli, essa stessa fortificazione importante, da cui dipendono altri luoghi muniti, mentre Serravalle si aggrega, cresce su sè stessa e si difende divenendo città murata, occupando integralmente la sede obbligata di transito: Serravalle e Ceneda, la montagna e la pianura, la città compatta e l’insediamento sparso.

 

Continua ...

  1. Vittorio oggi
  2. Ceneda
  3. Serravalle
  4. La battaglia di Vittorio
  5. Medaglia d'Oro
  6. Personaggi famosi

Vittorio Veneto oggi

Vittorio Veneto oggi

Vittorio Veneto oggi è una cittadina che ha ben risolto i problemi dell’integrazione delle sue due "comunità costituenti", di fatto fuse in un tessuto sociale e paesaggistico univoco anche se i suoi cittadini ancor oggi amano definirsi o Cenedesi o Serravallesi. continua Vittorio Veneto oggi

Ceneda

Ceneda

Le origini di Ceneda si debbono far risalire ad epoca protostorica; da insediamento Celtico e Paleoveneto, in età romana, per la sua posizione sulle propaggini prealpine a monte della via consolare Postumia, diviene forse l'avamposto del fiorente municipium di Opitergium (Oderzo). continua Ceneda

Serravalle

Serravalle

Caratterizzato dalla forma allungata il nucleo di Serravalle nasce infatti costretto all’interno della valle formata dai monti Cucco e Marcantone e deve la sua fortuna proprio a tale collocazione geografica che rendeva obbligatorio il transito delle merci dalla zona del Cadore verso Venezia. continua Serravalle

La Battaglia di Vittorio

La Battaglia di Vittorio

Vittorio Veneto si gloria di aver dato il nome alla grande battaglia combattuta dal 24 ottobre al 3 novembre 1918, dalle divisioni italiane, britanniche, francese, cecoslovacca e americano, contro le divisioni austro-ungariche, battaglia che si concluse còn la più fulgida vittoria dell’ Esercito Italiano. continua La Battaglia di Vittorio

La Medaglia d'oro alla Città

La Medaglia d'oro alla Città

Nell’ultimo conflitto, dopo il 18 settembre 1943, sulle vicine montagne sorsero ed operarono diverse formazioni partigiane che lottarono aspramente contro le truppe tedesche occupanti. Per questa attiva partecipazione della popolazione venne conferita alla Città la Medaglia d'Oro al V.M. continua La Medaglia d'oro alla Città

Personaggi famosi

Personaggi famosi

Vittorio Veneto ha dato i natali a tanti personaggi che si sono contraddistini a livello internazionale e mondiale nei campi dell'arte, della letteratura e della storia.

Ne raccontiamo alcuni. continua Personaggi famosi

  Vittorio Veneto, una guida realizzata dalla scuola "Lorenzo Da Ponte"

La guida, realizzata in lingua inglese e tedesca, è un lavoro della classe 2^ B della scuola secondaria di I grado "Lorenzo Da Ponte".

Lavoro eseguito sotto la guida del prof. Giuseppe Pumilia, docente di tedesco, con la collaborazione del tutor prof.ssa Lauretta Piai, all'interno del progetto di ricerca attraverso la modalità del cooperative learning e dell'utilizzo delle nuove tecnologie per la realizzazione dell'opuscolo.